Reflections & Thoughts

GIORNALISTI DI VOGUE CONTRO INFLUENCER E BLOGGER, MA PERCHÉ?

GIORNALISTI DI VOGUE CONTRO INFLUENCER E BLOGGER, MA PERCHÉ?

Da sempre modelle e modelli, dive del cinema e non, che sono apparsi sulle riviste di moda hanno ispirato outfit e stili di vita, eppure sono sempre stati osannati da chiunque. Solo perché ora a farlo sono persone comuni ed è tutto più veloce e quindi più immediato dell'attesa dell'uscita mensile di una rivista si sente la forte necessità di scagliarsi contro a chi ha un forte seguito di persone o chi riesce grazie alla propria personalità a divulgare notizie in modo più veloce o ad influenzare il pensiero di una nicchia?

I SOGNI LI TENGO IN UN CASSETTO E I RICORDI IN UNA SCATOLA

I SOGNI LI TENGO IN UN CASSETTO E I RICORDI IN UNA SCATOLA

Forse è proprio vero, riordiniamo il mondo esterno per poter trovare ordine dentro di noi; facendo ordine in casa, riorganizzando l’armadio, una cantina o nel mio caso il garage. Spesso cambiare l’ordine delle cose materiali serve proprio ad attuare un grande cambiamento interiore. Di sicuro è per quello che sono un maniaco dell’ordine, evidentemente dentro, ho un casino cosmico.

A SETTEMBRE TUTTO SCORRE

A SETTEMBRE TUTTO SCORRE

Un mese in cui festeggio il mio personalissimo capodanno, un mese in cui mi preparo psico-moralmente all’autunno. Si, mi devo preparare all’autunno, il periodo dell’anno che digerisco meno, le giornate più corte, meno luce e l’estate passata che non è ancora così lontana da rimanere un mero ricordo.

L'ETERNA BATTAGLIA TRA CUORE E MENTE

L'ETERNA BATTAGLIA TRA CUORE E MENTE

Ho sempre vissuto di emozioni, positive o negative che siano. Ho sempre seguito il cuore anche quando i cricetini che abitano il mio cervello, si affannano per farmi capire che ogni tanto seguire come un fiume in piena l’organo più irrazionale del nostro corpo, non è la cosa più giusta da fare.

QUESTO COMPLEANNO LO FESTEGGIO

QUESTO COMPLEANNO LO FESTEGGIO

Non ho mai festeggiato molto i miei compleanni, forse perché, come risaputo, non mi piace il tempo che passa. Ore, giorni e mesi che passano velocemente, le cose cambiano, il mondo si trasforma e le persone con lui... alle volte (come tanti immagino), vorrei avere il potere di bloccarlo, ma poi fermando il tempo, non ci sarebbe storia, crescita ed evoluzione.

L'ANIMALE DA PALESTRA

L'ANIMALE DA PALESTRA

QUESTO E' UN POST IRONICO, ALTAMENTE SCONSIGLIATO ALLE PERSONE DEFICITARIE DI TALE CARATTERISTICA.

Saranno 15 anni che frequento palestre ma, a scadenza fissa, dopo due o tre anni passati ad allenarmi nella solita, l'abbandono per trovarne una di nuova; i motivi sono i più disparati, il principale si può riassumere in una sola parola: “Noia”.

ALLA CENA AL BUIO "HO VISTO LA LUCE"

ALLA CENA AL BUIO "HO VISTO LA LUCE"

Quando Valentina, con il suo immancabile entusiasmo, mi ha proposto di partecipare ad una cena al buio, ero un po' scettico, non sapevo bene di cosa si trattasse, ne avevo sentito parlare ma non avendo mai partecipato, curioso come pochi, ho accettato senza battere ciglio. Un’esperienza molto particolare in cui tutti i 5 sensi sono coinvolti, o meglio, ne sono coinvolti 4, la vista, per una sera non è servita.

LA MAGIA DI ESSERE ZIO

LA MAGIA DI ESSERE ZIO

Spesso si dice che, quando tutto sembra andare per il verso storto, l’unica cosa che va sempre per il verso giusto è la famiglia.

Esistono milioni di tipi di famiglia, come esistono milioni di persone, ma per ognuno di noi quando abbiamo bisogno di intimità, cure, affetto e tranquillità la cosa che viene in mente è subito la famiglia.

QUANDO IL "TI VOGLIO BENE" DIVENTA UN "AMICO"

QUANDO IL "TI VOGLIO BENE" DIVENTA UN "AMICO"

Perché alcune persone usano il “ti voglio bene” a caso?

C' è sempre più la tendenza ad usare parole senza senso, completamente decontestualizzate, senza pensare al loro vero significato e alle reazioni emotive che possono scatenare in chi le ascolta o le legge.

Mi è capitato di sentirmelo dire da persone che a malapena conosco, con cui ho condiviso solamente delle chicchere in una serata, solamente perché si trovavano d’accordo con quello che penso, oppure, anche nei social, ho un educazione e sensibilità e rispondo ai messaggi o domande che mi si fanno.

LA CAMBIALE NO! NON L' AVEVO CONSIDERATA

LA CAMBIALE NO! NON L' AVEVO CONSIDERATA

Ebbene si, le cambiali esistono ancora… nella mia beata ignoranza in materia, ho sempre associato questi poco simpatici pezzi di carta, come una cosa da cui stare lontano, pezzi di carta che si utilizzano, nel caso del debitore, solo se hai dei problemi economici e di mancanza di liquidità molto seri. Forse ho sempre associato questo metodo di pagamento ad un vecchio film di Totò, La cambiale, appunto.

VOGLIO VEDERE PIU' FANTASMI E MENO PERSONE (FALSE)

VOGLIO VEDERE PIU' FANTASMI E MENO PERSONE (FALSE)

Sono sempre stato un illuso su certi aspetti della vita e sulle persone, ho sempre pensato che se ami verrai amato, se fai del bene ricevi del bene in cambio, se dedichi la tua vita ad una persona quella persona si prenderà cura di te, se qualcuno ti dice che la sua vita è meravigliosa e che non potrebbe andare meglio sta dicendo la verità, se uno è amico lo è nel bene e nel male, se qualcuno dice di essere o dimostra di essere felice, lo e’.

LA GUERRA DEI SOCIAL MEDIA E L' ESAURIMENTO NERVOSO

LA GUERRA DEI SOCIAL MEDIA E L' ESAURIMENTO NERVOSO

Dico la verità, non ho mai utilizzato i social media, veramente non ho mai sentito la necessità di averli fino a Luglio dell’anno scorso quando mi sono messo in testa di avere un mio blog e quindi per esigenze di copione mi sono imposto di farne uso.

SAN VALENTINO, LA FESTA DEGLI INNAMORATI...MA NON SOLO

SAN VALENTINO, LA FESTA DEGLI INNAMORATI...MA NON SOLO

Questa festa degli innamorati vanta in realtà una tradizione antica, legata alla figura di  San Valentino da Terni, vescovo romano del II secolo d.c. considerato il patrono degli innamorati.

 Esistono diverse leggende a proposito: una di esse narra che Valentino, nel tentativo di convertire al cristianesimo i pagani romani, fu’ condannato e costretto agli arresti domiciliari presso una nobile famiglia. Valentino, durante la sua prigionia, compì il miracolo di ridare la vista alla figlia cieca del suo "carceriere" della quale platonicamente si innamoro’.