PERDONO MA NON DIMENTICO

Perdono-ma-non-dimentico-Stefano-Zulian

Quante volte ho ripetuto questa frase, riesco a perdonare ma non a dimenticare, troppe volte ho dovuto dirla a me stesso o a persone con cui ho avuto qualche screzio.

Negli ultimi anni ho imparato a chiedere perdono e a perdonare, ad andare oltre i risentimenti ed al mio immenso e radicato bisogno di giustizia, a chiedere aiuto con umiltà e a continuare a darlo, a perdonare le mie cadute e quelle altrui seppur non dimenticando il dolore che hanno provocato dentro me, nell’anima e nel cuore.

Non è possibile dimenticare alcuni ricordi, esperienze o lezioni di vita, loro faranno sempre parte di noi e forse, anche grazie a loro, siamo ciò che siamo, fortificandoci e facendo tesoro dell’esperienza.

Credo che il perdono e il dimenticare non possano essere posti sullo stesso piano, si può perdonare ma non dimenticare gli avvenimenti, le persone e i fatti che ci hanno fatto soffrire e crescere.

Il perdono, purtroppo nel mio caso, ma credo nella maggior parte dei casi, avviene quando c’è un cambiamento di pensiero da parte di coloro che hanno causato il risentimento; perdono se mi vengono date delle spiegazioni, se con umiltà vengono fatte delle scuse, se percepisco la vera intenzione di essere perdonati per ciò che ha lasciato un segno indelebile dentro di me.

Dimenticare non è facile, anzi, forse è quasi impossibile, se lo facciamo è perché la ferita è stata superficiale, una piccola escoriazione guarita in poco tempo. Credo che la memoria sia come una valigia piena di abiti meravigliosi ed altri orrendi, ogni esperienza e momento che viviamo viene piegato con cura e riposto in quel contenitore che col passare del tempo diventa sempre più grande e capiente. Un baule dal cui interno, all’occorrenza, escono i ricordi e ferite che fanno parte del cammino di ognuno.

Perdonare non significa dimenticare il passato, ma piuttosto, non permettere al risentimento del passato di influenzare il presente ed il futuro. Una sorta di protezione verso noi stessi, uno scudo invisibile che ci libera dal rancore ma non dal ricordo. Perdonare è il gesto più nobile per accettare che oltre a noi stessi, anche gli altri possono avere le proprie debolezze.

Non dimenticare ci rende solo più consapevoli dei limiti di tutti, ci aiuta a riflettere sugli errori che facciamo e ai torti subiti; una ricerca di equilibrio tra i nostri bisogni e quelli altrui.


Perdono-ma-non-dimentico-Stefano-Zulian

Perdono-ma-non-dimentico-Stefano-Zulian

Perdono-ma-non-dimentico-Stefano-Zulian

Perdono-ma-non-dimentico-Stefano-Zulian

Perdono-ma-non-dimentico-Stefano-Zulian

Perdono-ma-non-dimentico-Stefano-Zulian

Occhiali: Polo- Ralph Lauren / T-shirt: Christian Audigier  /Pantaloni: Tokuno Shima  / Sneakers: Converse

Photographer: Andrea Milani